Scuola Materna Madonna di Fatima

Regolamento scolastico

  1. La Scuola dell'Infanzia “Madonna di Fatima” di Tribano accoglie i bambini nell’età prevista dalla normativa del Ministero della Pubblica Istruzione tra i 2 ai 6 anni (circa)  e svolge la sua azione educativa ispirandosi alla concezione cristiana della vita. Garante di tale ispirazione  è  la Comunità Parrocchiale attraverso il Parroco e il Comitato di Gestione. La scuola dell'Infanzia non persegue fini di lucro.
  2. In risposta alla domanda educativa del bambino e alla normativa vigente, la nostra Scuola si propone di favorire nei bambini la maturazione dell'identità, la conquista dell'autonomia e lo sviluppo delle competenze e  la capacità relazionale. In sintonia con la riforma scolastica nazionale e con l'attuale riflessione pedagogico-didattica europea, realizza le proprie attività educative elaborando unità di apprendimento e relativi traguardi di sviluppo.
  3. La Scuola dell'Infanzia svolge la propria opera educativa in collaborazione con la famiglia alla quale spetta il diritto/dovere primario dell'educazione dei propri figli.
  4. I genitori iscrivendo i propri figli nella nostra Scuola accettano il progetto educativo e sono chiamati alla collaborazione con essa.
  5. La comunità dei bambini viene divisa in sezioni, secondo le normative dettate dal Ministero della Pubblica Istruzione.
  6. I bambini iscritti alla Scuola dell'Infanzia sono tenuti alla frequenza costante durante l'anno scolastico per non ostacolare il processo educativo.
  7. L'importo annuale d’iscrizione e assicurazione che copre l'intero periodo scolastico, è da versare in un'unica soluzione entro gennaio ed è di € 90,00. L'iscrizione va rinnovata ogni anno scolastico e non viene restituita in caso di ritiro dalla scuola.
  8. Il costo annuale della scuola è composto dalle seguenti spese di gestione:
  • personale dipendente (didattico e ausiliare);
  • materiale didattico, corsi di aggiornamento didattico e tecnico, controlli e manutenzione periodica dell'immobile per la sicurezza;
  • utenze (gas, acqua, luce, telefono);
  • spese di pulizia e manutenzione ordinaria.
  • spese di refezione.
Per l'anno scolastico 2016/2017 il costo complessivo annuo, per ogni bambino, è di € 1650,00. Può essere versato in un'unica soluzione entro settembre 2016, oppure in 10 rate mensili di € 165,00 l'una, entro il 10° giorno di ogni mese con apposito bollettino consegnato dalla scuola. Nel caso di frequenza di uno o più fratelli, il costo annuale sarà di € 1550,00 (155,00 mensili) per il secondo fratello e invece € 1450,00 (145,00 mensili) per il terzo fratello. Nel caso in cui il bambino rimanga assente da scuola per tutto il mese, la quota sarà ridotta a € 90,00. Il versamento della rata mensile va effettuato entro e non oltre il giorno 10 di ciascun mese presso la Banca di Credito Cooperativo di Sant'Elena – agenzia di Tribano – PD, che provvederà al rilascio di apposita ricevuta (da conservare ma non consegnare). E' importante che la famiglia di ogni bambino iscritto senta il dovere di assicurare il buon funzionamento della Scuola, garantendo il puntuale versamento della quota di frequenza. La scuola si riserva in caso di mancato pagamento entro il mese successivo di sospendere l’ammissione alla scuola  e di procedere per vie legali. Per i bambini con particolare alimentazione, che devono seguire diete specifiche, è richiesta la certificazione del medico specialista (allergologo). La rata mensile non subirà variazioni.             Nel caso in cui la famiglia, per difficoltà economiche, anche momentanee, non sia in grado          di corrispondere la rata  mensile, è necessario cercare il confronto con il Parroco o la Direttrice.
  1. Il trasporto alunni è organizzato ed effettuato dal Comune di Tribano, presso il quale bisogna rivolgersi per conoscere ogni particolarità.
  2. Le assenze devono essere comunicate alla Scuola, anche a mezzo telefono. Dopo 5 giorni consecutivi di assenza per malattia, compresi sabato e domenica, è obbligatorio il certificato medico. In caso di malattie infettive è obbligatorio avvisare la Direttrice o le insegnanti.
  3. L'occorrente per la Scuola è: grembiule bianco o colorato, un sacchettino di cotone contenente asciugamano e bavaglia con nome e cognome, un cambio di biancheria da lasciare nell'armadietto e all'occorrenza fazzolettini di carta. Dal lunedì al mercoledì i bambini devono indossare il grembiule; il giovedì e il venerdì i bambini devono indossare la tuta e le scarpe da ginnastica.
  4. L'orario scolastico è dalle ore 9.00 alle ore 16.00. L'entrata a Scuola è dalle ore 7.30 alle ore 9.00.
Per chi ha necessità, vi è il servizio di prolungamento d’orario dalle ore 16.00 alle ore 18.00.
  1. In caso di emergenza ci si attiene al piano di emergenza depositato presso la scuola; e a quanto sarà disposto dalle autorità locali. In ogni caso devono essere i genitori che contattano la scuola per qualsiasi informazione.
Le uscite scolastiche giornaliere sono le seguenti:
  • 30 Uscita senza pranzo (quota fissa € 90,00)
  • 30-12.45 Uscita dopo pranzo (quota intera € 165,00)
  • 40-16.00
E' necessario comunicare a voce alla Coordinatrice, l'orario scelto, o le eventuali variazioni d’uscita e per iscritto sull’apposito modulo giornaliero nel locale dello spogliatoio.
  1. E' fatto divieto ai genitori di fermarsi, salvi caso eccezionali e concordati con la Coordinatrice, oltre l'orario di entrata a Scuola dei bambini e di rispettare l’orario di uscita
Per uscite anticipate, fuori dal normale orario, è obbligatorio accordarsi sempre con la Coordinatrice.
  1. P.T.O.F. (Piano Triennale Offerta Formativa), attività didattico-ludica, organi collegiali, composizione delle sezioni, insegnanti, menù, servizi vari, sono disponibili presso la bacheca all'entrata della Scuola.
Per ogni altra informazione rivolgersi sempre alla Coordinatrice.